, , ,

Angiulli del tennis nella storia: è semifinale scudetto!

hotspeed test
L’Angiulli scrive una pagina di storia dello sport pugliese, staccando il biglietto per la semifinale scudetto di tennis maschile a squadre. La vittoria sui campi in terra battuta del circolo barese, conquistata sul CT Palermo 2 con un secco 5-1, è arrivata grazie ai punti finali di un super Duilio Beretta capace di trascinare anche il new entry croato Nino Serdarusic al successo nel doppio contro i rivali Carli e Campo (6-2 6-3) e ai gemelli Narcisi che ormai non sorprendono più (6-2 6-1 su Dolce e Spitaleri).

Nonostante l’assenza del trascinatore Andrea Pellegrino, l’Angiulli dei capitani, Vito Calabrese e Roberto Capozzi, ha completato un’opera d’arte, raggiungendo un traguardo impensabile soltanto la scorsa estate, quando l’obiettivo della società del presidente Rizzitelli era una tranquilla permanenza nella prestigiosa serie A1. Invece, gli atleti angiullisti hanno sorpreso l’intera nazione tennistica, conquistando il diritto di sfidare uno tra TC Parioli, CC Aniene e Park Tennis Genova, con i loro campioni. Martedì 20 novembre il sorteggio per sapere quali big del tennis internazionale calcheranno la terra dei campi di via Cotugno.

, , ,

L’Angiulli Bari a un passo dalla storia del tennis pugliese

La squadra di tennis dell’Angiulli Bari, impegnata nel massimo campionato nazionale maschile a squadre, si gioca domani mattina, sui campi del Circolo barese, l’accesso tra le migliori quattro formazioni nazionali di serie A1. Un successo sugli ospiti del Circolo Tennis Palermo 2 porterebbe l’Angiulli nella storia, perché mai una compagine barese è riuscita a centrare la qualificazione ai playoff scudetto.

Nel loro cammino da outsider, i ragazzi terribili dell’Angiulli, con in testa il gioiello Andrea Pellegrino (in foto col capitano Roberto Capozzi), hanno sconfitto consecutivamente, Trento, Forte dei Marmi e Palermo, per poi consolidarsi con i due pareggi nelle ultime giornate, sintomo della grande maturità acquisita dal gruppo. Insieme al Park Tennis Genova del fenomeno Fabio Fognini, l’Angiulli è l’unica squadra ancora imbattuta tra tutti i gironi. Anche per questo motivo, i campioni guidati dai capitani baresi, Vito Calabrese e Roberto Capozzi, sono pronti a scendere sotto rete con il piglio delle grandi occasioni.

“All’inizio del campionato – dice il capitano Capozzi – non ci avremmo mai creduto, perché pensavamo di aver allestito una squadra che ci garantisse la permanenza nella massima serie. Poi, ci siamo resi conto che avremmo potuto provarci e oggi siamo a un passo dall’entrare tra le migliori d’Italia. Sicuramente – conclude il capitano -, chiudere la fase di andata al comando con una formazione come la nostra è servito da stimolo a fare sempre meglio. Non vogliamo certo fermarci qui. Domani sono convinto che lotteremo su ogni palla con un solo obiettivo nelle nostre teste”.

La sfida al CT Palermo 2 è prevista domani mattina dalle ore 10, sui campi coperti di via Cotugno, nell’Angiulli Bari. Tutte le partite verranno trasmesse in diretta facebook sulla pagina ufficiale dell’Accademia Tennis Bari.

, ,

Lotta, Andrea Tamburrino d’oro

Il lottatore Andrea Tamburrino ha trionfato a Ostia, nella competizione nazionale di greco-romana, “Gran Premio Giovanissimi“. L’Angiulli Bari ha fatto centro con il giovanissimo atleta, che ha sbaragliato la concorrenza negli Esordienti A, tra i 48 kg.

Forte dell’esperienza dello scorso anno, quando “El NiñoTamburrino conquistò un buon terzo posto, questa volta il lottatore angiullista ha affrontato la gara con maturità, riuscendo a dominare le emozioni. Ai tre incontri vinti con superiorità tecnica, è seguita una finale, naturalmente più sofferta, vinta per schienata con grande determinazione.

Proprio l’epilogo della competizione contro l’atleta dei vigili del fuoco, Matteo Cotroneo, ha fatto pensare al tecnico Nicola Vitucci, a un roseo futuro del suo atleta Andrea Tamborrino nella disciplina della lotta.

, , ,

Tennis, l’Angiulli presenta la sua A1 tra Comune e Circolo

Dopo l’esordio vincente a Trento, contro l’ATA Trentino, la squadra di tennis dell’Angiulli Bari impegnata nel massimo campionato nazionale si presenta alla città. Sabato 20 ottobre, alle ore 10,30, nella Sala Giunta del Comune di Bari ci sarà la conferenza stampa ufficiale, seguita (alle ore 12,30 nella sede di via Cotugno) da un evento appositamente preparato nel Circolo barese, durante il quale i campioni dell’Angiulli sfideranno sui nuovi campi in terra battuta alcuni dei personaggi più in vista del territorio cittadino.

La mattinata dedicata al tennis di serie A1, che avrà tra i protagonisti i campioni Andrea Pellegrino e il serbo Danilo Petrovic, precede di un giorno l’esordio interno dell’Angiulli. Domenica 21, dalle ore 10, la formazione barese capitanata da Roberto Capozzi e Vito Calabrese affronterà la stimolante sfida al Tennis Club Italia Forte dei Marmi di Volandri, Lorenzi e del tedesco Struff, 28enne già tra i migliori 50 al mondo.

Prenderanno parte alla conferenza nella sala Giunta, il padrone di casa Antonio De Caro, Pietro Petruzzelli, assessore allo sport del Comune di Bari, Ruggiero Rizzitelli, presidente dell’Angiulli, Marco Salvemini, consigliere Angiulli, Angelo Giliberto, presidente Coni Puglia, Francesco Mantegazza, numero uno Federtennis regionale, Michelangelo Dell’Edera, direttore dell’Istituto di formazione tennistica “Lombardi”, i campioni, Andrea Pellegrino e Danilo Petrovic, accompagnati dai capitani dell’Angiulli, Roberto Capozzi e Vito Calabrese.

, ,

Pesistica, ottima Angiulli alle qualificazioni per gli assoluti

La pesistica dell’Angiulli Bari è una certezza. Lo scorso weekend, a Turi, in provincia di Bari, nelle Qualificazioni ai Campionati Italiani Assoluti, la sezione barese ha centrato una serie di ottimi risultati, tra cui spicca la conferma di Gianluca Calò come campione regionale nella categoria 94 kg.

Molto bene tutta la pattuglia angiullista, sapientemente guidata dal maestro Costantino Smurro, che in gara ha raccolto ottime indicazioni dai giovanissimi under 15, Luca Scatigna, Yuri De Martino e Antonio Scaramuzzi (under 17), dai nuovi arrivati, Luigi Gallo, Nicolas Bottalico e Francesco Ventrella, ma soprattutto dai veterani del gruppo, Flavio Loiacono e Alessio Calò, che insieme al campione Gianluca Calò, stanno avviando una nuova era di gloria dell’Angiulli Bari.

, ,

Tennis, la squadra di A1 inizia la stagione da Trento

L’Angiulli Bari si prepara a scendere in campo nel campionato a squadre di serie A1 di tennis maschile. La formazione di tennis allestita dalla società polisportiva barese, in collaborazione con l’Accademia Tennis Bari, rappresenterà l’eccellenza dello sport cittadino tornando domenica 14 ottobre a Trento a giocare in A1 tre anni dopo l’ultima apparizione.
“Provo grande compiacimento – spiega il presidente dell’Angiulli, Ruggiero Rizzitelli – nel poter dire che la nostra serie A di tennis rappresenta una delle pochissime realtà sportive baresi ai massimi livelli. Per questo ringrazio l’Accademia Tennis per la qualità tecnica del loro lavoro, che unita alle nostre capacità
organizzative, permette questo spettacolo.  Con l’Accademia tra l’altro abbiamo concluso un nuovo accordo
ventennale, che sancisce l’inizio di un nuovo percorso congiunto”.

Quello italiano, riservato a 16 squadre, è tra i tornei più difficili e impegnativi del circuito internazionale e per questo frequentato dai migliori giocatori italiani e stranieri. L’Angiulli dovrà vedersela con un lotto di contendenti di tutto rispetto. La formazione guidata dai capitani Vito Calabrese e Roberto Capozzi è presente girone numero 3, dove affronterà i rivali dell’ATA Trentino, del Tennis Club Italia Forte dei Marmi e del Tennis Club Palermo 2.

“Non sarà facile per noi – dice il capitano Vito Calabrese –. Ci siamo ritrovati in un girone molto difficile e avremo un compito molto arduo. Ci siamo sicuramente rinforzati rispetto alla scorsa stagione ma un campionato come questo si gioca su almeno sei giornate e sono tanti i fattori che concorrono al risultato finale”.

“Come sempre – continua il collega Roberto Capozzi – scenderemo in campo per fare bella figura ma non sarà una passeggiata. Il nostro obiettivo di inizio stagione rimane sicuramente la salvezza e la permanenza nella serie, daremo tutto come sempre, il resto lo farà il campo”.

Tante le new entry tra le fila della squadra di via Cotugno: il davisman ungherese Attila Balazs, numero 183 del ranking ATP, il serbo Danilo Petrovic (228 ATP) anche lui titolare in Davis ed il croato Nino Serdarusic (214 ATP). A turno vestiranno la maglia di numero uno e con loro nel quartetto dei singolaristi il next gen di casa, Andrea Pellegrino (in foto), numero 353 ATP, l’italo-argentino Andres Ciurletti (2.4), il peruviano Duilio Beretta (2.4), i gemelli Luca e Gianni Narcisi (2.4), Nicola Pipoli (2.5) e la matricola 15enne, Benny Massacri (2.7). Come detto, si comincia il 14 ottobre con la trasferta a Trento, una settimana dopo l’esordio casalingo contro il Forte dei Marmi di Lorenzi, Volandri e del tedesco Struff.

, , , , ,

Angiulli Bari, il presidente Rizzitelli chiede attenzione

“Ritengo opportuno comunicare che, a seguito di richiesta inoltrata dal sottoscritto ai Vigili del Fuoco, avente per oggetto l’adeguamento dell’Angiulli alla normativa antincendio, obbligatorio per legge, mai in precedenza predisposto ma assolutamente necessario per la tutela, l’incolumità dei frequentatori del complesso sportivo e la regolarità amministrativa, sono stato convocato presso gli uffici competenti ove mi è stato preannunciato l’avvio di un procedimento penale a mio carico, di cui avrò avviso formale nei prossimi giorni, a causa della omessa presentazione in passato della suddetta certificazione”.

Alla luce di questa sua dichiarazione, presidente Rizzitelli, cosa dobbiamo aspettarci adesso? Come si muoverà il Consiglio direttivo da lei guidato?

“Gli organi preposti – spiega il professor Ruggiero Rizzitelli– hanno specificato che mi sarà assegnato un termine per l’esecuzione dei lavori propedeutici al rilascio della certificazione richiesta. Al momento, dunque, quale soggetto indagato formalmente a causa della normativa attualmente vigente, dovrò tempestivamente attivarmi per dar corso alle adeguate opere, onde ottenere l’archiviazione del procedimento penale”.

Quindi rimane al timone dell’Angiulli per portare in salvo ancora una volta la società sportiva barese?

“In realtà – continua il numero uno dell’Angiulli – i principali motivi che mi inducono a proseguire nella mia funzione, nonostante le dimissioni annunciate nell’ultima assemblea del 9 luglio, sono due: è mia intenzione dare corso ai lavori di adeguamento antincendio, per poter consentire all’Angiulli di continuare a svolgere le diverse attività sportive; Quale soggetto formalmente indagato, è mia preciso intento ottenere quanto prima l’archiviazione del procedimento penale, evento che potrà verificarsi non appena si otterrà il certificato di prevenzione incendio”.

Cosa chiede ai soci, in quest’altro momento particolare dell’Angiulli?

“Ai soci tutti, considerato il mio imprevedibile coinvolgimento personale, chiedo di comprendere le ragioni di questa decisione, adottata evidentemente per l’esclusivo interesse della Società. L’impegno del Consiglio tutto continuerà di certo a essere puntuale e continuo. Vorremmo anche un maggior coinvolgimento e un fattivo apporto dei soci più vicini e propositivi, per valutare in totale democrazia, soluzioni utili a superare questo delicato momento societario”.

Lei come pensa di porre in atto per risollevare le sorti di un Circolo sportivo così prezioso per la città e non solo?

“Il reperimento di risorse finanziare utili a rinvigorire la nostra storica società, insieme a una seria programmazione sul futuro sportivo, resta lo step principale da compiere. Rendere il Circolo – conclude il presidente Rizzitelli – tanto attrattivo da richiamare nuovi soci, con la naturale conseguenza di confermare quelli attuali, è nel contempo una delle strade che l’attuale Consiglio intende percorrere il più rapidamente possibile”.

Emanuele Zotti

, ,

Judo, l’Angiulli vince un bronzo di serie A

L’Angiulli Bari ha conquistato la medaglia di bronzo nel Campionato italiano di Judo a squadre di serie A2, regalando coì a tutto il movimento pugliese un fine settimana di grande gioia. Il successo ottenuto dalla Società Ginnastica Angiulli, sempre guidata dal Maestro Nicola De Bartolo, vale ancora di più, considerato che è arrivato grazie a un lavoro di coesione che tutto il judo regionale sta provando a mettere in atto.

Grandi le performance di tutti i judoka scesi sui tatami di Follonica, in provincia di Grosseto. Tra questi spiccano le prestazioni dell’angiullista doc Antonio De Bartolo nei 66 kg, Pasquale Sciacovelli (73 kg) della Kankudai Bari, Jimi Thinchaurili (81 kg) della Judo Franco Quarto e dei due atleti dell’Angiulli Bari, Alessandro Barone (90 kg) e Pietro Lerario (kg +90).

, ,

Karate, i Lamacchia agli Italiani di Ostia

La fantastica coppia del Karate angiullista ha colpito ancora. Nel PalaLosito di Corato, durante le fasi regionali, Mattia e Gabriele Lamacchia hanno strappato per il secondo anno consecutivo la qualificazione ai Campionati Italiani Esordienti, in programma il weekend del 6 e 7 ottobre nel Centro olimpico federale di Ostia.

La gara di Corato è stata molto tecnica, considerato che si sono confrontarsi i migliori atleti pugliesi della specialità kata, in cui la Puglia vanta grandi campioni. I due atleti dell’Angiulli Bari nonostante un sorteggio poco favorevole, che li ha inseriti in due pool molto impegnative, sono riusciti a centrare  l’obiettivo che si erano prefissati assieme al tecnico Gianluca Scoti e al capo sezione Roberto Russo (assieme agli atleti nelle foto).
Notevole, in particolare, il risultato di Mattia Lamacchia, che è tornato ad allenarsi pochi giorni prima della gara a causa di un intervento chirurgico che lo ha tenuto lontano dal tatami per circa un mese. Bravo anche Gabriele Lamacchia, capace di arrivare fino alla semifinale, fermandosi a un passo dalla medaglia più ambita.
,

L’Angiulli Bari protagonista al Premio Nikolaos

L’Angiulli Bari sarà protagonista nella Terza edizione del Premio Nikolaos, Città di Bari. Sabato 15 settembre, alle ore 12, nella Fiera del Levante (padiglione Comune di Bari), il presidente dell’Angiulli, Ruggiero Rizzitelli, interverrà nell’evento che premia le eccellenze dello sport barese del passato, del presente e del futuro, insieme, tra gli altri, al sindaco Antonio De Caro e agli altri presidenti dei circoli sportivi cittadini.

L’interessante manifestazione è organizzata dalla Commissione Sport del Comune di Bari, presieduta da Giuseppe Cascella, e dalla Fondazione Nikolaos, in collaborazione con l’Associazione culturale “Il Tedoforo“.