التسجيل في الهاتف المصرفي الاهلي
חומר להרחקת יונים
https://darkon-portugali.com/
ebay com на русском
fxclub

Regolamento Soci

TITOLO I
Ammissione dei soci

Art. 1

בדיקת מהירות 018
La domanda di ammissione a socio, completa degli elementi previsti nell’apposito stampato (v. allegato), deve essere indirizzata al Consiglio Direttivo (C. D.) sottoscritta dal richiedente e controfirmata da due soci presentatori o da un Consigliere.

Art. 2

La domanda, o un suo estratto, deve essere affisso nell’albo della Società per almeno cinque giorni e comunque fino al momento dell’esame della domanda da parte del C. D.
Possono essere pertanto presentate alla segreteria eventuali lettere di opposizione dei Soci con l’indicazione delle motivazioni.

Art. 3

La domanda viene, poi, sottoposta all’esame del C. D. Il Consiglio, regolarmente costituito, delibera con al maggioranza dei due terzi dei presenti.

Art. 4

Le domande ritirate o respinte non possono essere ripresentate prima di un anno dalla data della delibera del C. D.

TITOLO II
I Soci

Art. 5

I Soci sono quelli previsti dall’articolo 7 dello Statuto Sociale e tutti devono condividere e perseguire i medesimi scopi sociali.

Art. 6

E’ di norma esclusa ogni richiesta di sospensione del pagamento delle quote sociali mensili, se non per gravi motivi di lavoro, di malattia o di altro genere, e per periodi temporali di massimo dodici mesi, previa comunque richiesta scritta da sottoporre alla valutazione e conseguente delibera del C. D., che non potrà mai avere effetto retroattivo.

Art. 7

Al Socio che si sia dimesso per cambi di residenza o per gravi motivi di salute è concessa la reiscrizione senza il pagamento della prevista quota fissa d’iscrizione al momento.

Art. 8

Il Socio cessa di essere tale per:
e) dimissioni;
f) morosità;
g) espulsione;
h) morte.

– Le dimissioni devono essere presentate per iscritto al Presidente della Società e vengono esaminate dal C. D. che, vagliandone i motivi, decide in proposito.
Il Socio dimissionario, al momento della ratifica delle dimissioni, è tenuto a versare le quote Sociali sino al 31 dicembre dell’anno in corso e fino a tale data conserva la qualifica di socio.
– Il Socio incorre nella morosità qualora, senza giustificato motivo, non provveda al pagamento delle quote Sociali per un periodo di tre mesi, nonché delle eventuali contribuzioni straordinarie deliberate dall’Assemblea.
Il Socio è dichiarato moroso dal C. D., che ne delibera la cessazione con ragionevole sollecitudine e pone in atto, se del caso, la conseguente azione legale per il recupero di eventuali crediti: contribuzioni ordinarie e straordinarie, noli di impianti ed attrezzature sportive, quote d’iscrizione e di frequenza ai corsi e quant’altro non espressamente specificato.
L’elenco dei Soci morosi potrà essere riportato nel verbale consiliare ogni qual volta lo riterrà opportuno il C. D.
– Il provvedimento di espulsione è comminato dalla commissione disciplinare.

TITOLO III
Doveri dei Soci

Art. 9

Il socio è tenuto a conoscere lo statuto sociale, attenendosi a quanto da esso prescritto. Deve altresì prendere visione dei comunicati esposti in bacheca, sia per opportuna conoscenza, che per un tempestivo adempimento di quanto in essi previsto.

Art. 10

Le quote sociali, determinate dall’Assemblea, devono essere versate mensilmente e anticipatamente presso la sede sociale o nelle mani della persona opportunamente incaricata, che rilascerà apposita ricevuta.
In quest’ultimo caso l’aggio esattoriale dovuto agli incaricati, nella misura determinata dal C. D., sarà completamente a carico dei Soci interessati.
La mancata riscossione a domicilio da parte di eventuali esattori non giustifica in nessun modo la morosità. Il socio, anche se la sua qualità cessa nel corso dell’anno, è tenuto a versare le quote sociali fino alla fine dell’anno sociale (31 dicembre), ai sensi dell’art. 11 dello statuto sociale. Il nolo dell’armadietto deve essere corrisposto unitamente alla prima rata mensile di ciascun anno.

Art. 11

I Soci devono informare la segreteria degli eventuali cambiamenti di domicilio e/o residenza.

Art. 12

Il socio è tenuto a risarcire la società di qualunque danno dovesse arrecare a tutto quanto di pertinenza sociale e/o comunque affidato anche temporaneamente alla società. Ciò vale anche per danni causati da figli, parenti, conviventi o invitati dei soci.

Art. 13

Il socio deve tenere i propri figli, soprattutto i più piccoli, sotto il proprio costante e vigile controllo, evitando che arrechino danni alla Società e/o molestia agli altri Soci.

Art. 14

Il Socio e tutti i componenti il nucleo familiare devono esibire, a richiesta, le differenti tessere sociali a loro assegnate annualmente, in quanto l’ingresso alla Società è di regola riservato ai Soci col proprio nucleo familiare, fatte salve le eccezioni di cui agli artt. 15, 17 e 22.

Art. 15

Ove le disponibilità lo consentano il C. D. potrà deliberare l’ammissione in genere di non soci ad iscriversi a frequentare i corsi delle varie discipline sportive, stabilendo però quote d’iscrizione e di frequenza superiori a quelle pagate dai soci.

Art. 16

I Soci devono esporre il contrassegno del parcheggio auto ben visibile poiché l’accesso nella Società è consentito solo alle auto munite di tale contrassegno. All’inizio dell’anno sociale ad ogni Socio saranno consegnati massimo 2 (due) contrassegni validi per massimo 2 (due) auto. Le autovetture devono essere parcheggiate negli appositi posti macchina delimitati da strisce evitando di sostare nelle altre zone. Anche i motocicli e le biciclette devono essere parcheggiati negli spazi a loro riservati, evitando di farli sostare in altre zone.

TITOLO IV
Diritti dei Soci

Art. 17

Conformante a quanto enunciato dall’art. 10 dello Statuto Sociale, il Socio ha diritto di frequentare la Sede Sociale con il proprio nucleo familiare, compresi i figli maggiorenni fino a 25 anni di età, purché conviventi e fiscalmente a carico.
Tale diritto viene esteso, previa maggiorazione della quota sociale per ogni figlio o parente convivente facente parte del nucleo familiare e fiscalmente a carico.
In tal senso il Socio che intende usufruire di tale diritto, presenterà richiesta corredata da adeguata documentazione (certificato comunale, autocertificazione o altro) all’atto dell’iscrizione ed ogni anno entro il mese di gennaio, pena la decadenza dei benefici.
La coppia è assimilata nei diritti alla coppia di coniugi.

Art. 18

Il Socio che non è al corrente con i pagamenti delle quote Sociali e delle eventuali contribuzioni straordinarie deliberate dall’Assemblea dei Soci non può godere del diritto d’uso delle strutture sociali.

Art. 19

Pubblicità delle delibere

Il Socio ha diritto ad essere informato sulle decisioni degli organi sociali, ai quali pertanto è fatto obbligo dell’esposizione di tutti i relativi verbali.

Art. 20

Diritto d’espressione

Il Socio ha diritto di esprimere e far conoscere il suo parere su tutte le decisioni degli organi Sociali e su tutto ciò che riguarda la vita Sociale e sportiva della Società.
Le relative comunicazioni saranno esposte in apposita bacheca riservata ai Soci; in ogni caso, restano affidate al C. D. la ratifica e la dovuta vigilanza onde evitare cadute di stile.

Art. 21

Diritto alla riservatezza.

Deve essere rigorosamente rispettato da parte di tutti il più assoluto diritto alla riservatezza dei singoli.

Art. 22

I Soci hanno il diritto di invitare ospiti in Società a puro scopo promozionale e finalizzato quindi a possibili acquisizioni di nuovi soci.
Tale diritto, per uno stesso ospite e previa autorizzazione della Presidenza, può essere esercitato per un periodo massimo di 10 giorni in un anno, anche non continuativi.
Durante queste visite, ad insindacabile giudizio della Presidenza, è consentito anche agli ospiti l’utilizzo delle attrezzature sportive. Tali ospiti, del cui comportamento il Socio che ha invitato si assume ogni responsabilità, dovranno essere accompagnati dal Socio stesso, ed il loro nome annotato su apposito registro.

Art. 23

I Soci possono chiedere biglietti d’invito per “ospiti”a manifestazioni organizzate dalla Società. La Presidenza può rilasciare tali biglietti d’invito; ma non è tenuta a fornire motivazioni in caso di mancato accoglimento.

Art. 24

Il Socio ha diritto alla utilizzazione delle strutture e delle attrezzature sportive che sono però prioritariamente destinate ad attività sportive programmate.
In caso di particolari necessità (manifestazioni, raduni, allenamenti straordinari, etc.), le strutture a disposizioni dei Soci possono essere temporaneamente ed eccezionalmente destinati diversamente ad insindacabile giudizio della Presidenza e/o della Direzione Sportiva.
E’ concesso l’utilizzo delle attrezzature sportive agli agonisti e ai corsisti tesserati solo in presenza del loro istruttore o, con eccezionali deroghe motivate e deliberate, al solo tesserato maggiorenne. In tal caso il C. D, che è responsabile dello stato delle attrezzature e del corretto uso delle stesse, potrà chiedere le previste certificazioni mediche ed il pagamento di determinati noli, in conto ai costi di manutenzione, di gestione e di ammortamento degli impianti interessati.

TITOLO V
Divieti

Art. 25

E’ vietato introdurre animali di qualsiasi genere nell’ambito di tutto il complesso Sociale.

Art. 26

E’ vietato l’accesso dei non agonisti e dei non addetti ai lavori nelle palestre e sui campi durante gli allenamenti per non intralciare il lavoro dei maestri e degli istruttori.

Art. 27

E’ vietato sostare nelle zone di accesso alla Sede Sociale. Non è consentito giocare a pallone o depositare biciclette al di fuori delle aree appositamente destinate.

TITOLO VI
Commissioni e prerogative C. D.

Art. 28

Il C. D. può nominare speciali Commissioni, delle quali possono far parte, oltre ai Consiglieri, anche i Soci.
Dette Commissioni avranno scopo consultivo e dovranno sempre riportare le loro decisioni al C. D. per le necessarie delibere, anche se a ratifica.

Art. 29

E’ di esclusiva competenza del C. D. concedere l’uso temporaneo degli impianti, delle attrezzature o sale della Società a Soci o ad estranei, sia a titolo gratuito che oneroso, per manifestazioni culturali, benefiche, artistiche, agonistiche e mondane.

TITOLO VII
Provvedimenti disciplinari

Art. 30

Il C. D. una volta insediato, predispone la costituzione di una lista di n.15/30 Soci volontari – che abbiano almeno un anno di anzianità e che siano in regola con i pagamenti sociali – fra i quali vengono sorteggiati i cinque componenti della Commissione Disciplinare, di cui due supplenti.
Questa lista resta in vigore per un quadriennio, come il C. D., ed è integrabile in qualsiasi momento per la eventuale defezione, da comunicare per iscritto al C. D., di alcuni o di tutti i suoi componenti.

Art. 31

La Commissione Disciplinare viene convocata su richiesta di uno o più Soci, ma sempre per il tramite del C. D., o su deferimento dello stesso C. D. ed è tenuta ad emettere eventuale provvedimento disciplinare nei confronti del/i Socio/i deferito/i entro dieci giorni dalla data della convocazione.
Il Collegio dei probiviri è tenuto a pronunciarsi entro dieci giorni dalla data dell’eventuale ricorso presentato dal Socio sanzionato, salvo proroga, per giustificati motivi, concessa dal Presidente del Consiglio Direttivo.
Il C. D. può disporre la sospensione cautelativa, immediata e provvisoria, se ritenuta indispensabile per la gravità dei fatti e/o per la tutela dei Soci, in attesa della decisione della Commissione Disciplinare.
In caso di provvedimento di sospensione emesso dalla Commissione Disciplinare e presentazione di appello ai Probiviri, il C. D., per motivi di eccezionale gravità, potrà deliberare una sospensione cautelativa in attesa della sentenza del Collegio dei Probiviri.
Resta inteso che in caso di provvedimento di espulsione emesso dalla Commissione disciplinare e presentazione di appello ai Probiviri, il Socio non avrà diritto a frequentare la Società fino alla sentenza definitiva del Collegio dei Probiviri.
Il provvedimento di ratifica della espulsione è pronunciato dal C. D. dopo la sentenza definitiva del Collegio dei probiviri.
Le sospensioni cautelative, disposte dal C. D., decadono in mancanza di delibera definitiva degli organi competenti nei termini sopra previsti.

Art. 32

Gli organi inquirenti (Commissione Disciplinare e Collegio dei Probiviri) sono tenuti, durante le proprie istruttorie, a convocare il Socio sottoposto a giudizio ed ascoltare le sue ragioni, prima di pronunciarsi ed emettere una eventuale sentenza.

TITOLO VIII
Regolamento elettorale

Art. 33

Il termine ultimo di presentazione delle liste per la elezione del Consiglio Direttivo è fissato in 10 giorni prima della data prevista per la convocazione dell’assemblea dei soci dell’uopo designata. Ogni lista sarà costituita da 12 (dodici) nominativi; è eletto Presidente colui che è indicato come tale nella lista e sono eletti Consiglieri i primi sei nominativi nell’ordine di elencazione della lista elettorale presentata.
Ogni lista sarà corredata del programma da realizzare nel quadriennio dal gruppo candidato ed il tutto rimarrà esposto in apposita bacheca sino al giorno delle votazioni.

Art. 34

Ogni lista, (identificata da un simbolo o da un motto e)sottoscritta dal candidato Presidente, dovrà avere ai sensi dell’art 24 dello Statuto Sociale la firma di presentazione di almeno venti Soci aventi diritto al voto, differenti per ogni lista di presentazione, pena la invalidità delle liste interessate.
I Soci presentatari non potranno candidarsi e, di contro, i soci candidati non potranno apporre firma di presentazione ad alcuna lista.
La firma di presentazione di ciascuna lista dovrà essere apposta alla presenza di uno dei componenti rispettivamente il Consiglio Direttivo e/o il Collegio Sindacale.

Art. 35

Le operazioni di spoglio saranno effettuate dal Presidente del seggio, coadiuvato da due scrutatori eletti dall’assemblea e, se richiesto dalla stessa assemblea, alla presenza di un rappresentante per ogni lista.
La validità delle schede sarà accertata dal Presidente del seggio, il quale annullerà solamente le schede da cui non possa accertarsi la volontà dell’elettore o che rechino ambiguamente la preferenza per più di una lista.
Il C. D. entro il 10 marzo dell’anno successivo a quello di scadenza delle cariche sociali provvede a:

3) stabilire la data della convocazione dell’assemblea dei soci per il rinnovo del Consiglio Direttivo, del Collegio Sindacale e del Collegio dei Probiviri;
4) nomina un comitato elettorale composto da tre soci – scelti dallo stesso C. D. – che non ricoprono cariche sociali e che non siano candidati in alcuna lista.

Il comitato elettorale ha il compito di:

4) accertare la regolarità e l’esistenza dei requisiti di ammissibilità delle liste presentate , secondo le norme statutarie;
5) accertare la validità delle firme di presentazione di ciascuna lista, soprattutto in ordine alla vietata ripetibilità di ogni firma su più liste, pena la invalidità di queste ultime;
6) redigere il verbale di chiusura attestante la regolarità delle liste ammesse e quindi provvedere alla loro ufficializzazione ai soci, mediante affissione in bacheca fino alla data delle votazioni.

Ultime News

  • Tennis, l’Angiulli presenta la sua A1 tra Comune e Circolo18 ottobre 2018 - 13:36

    Dopo l’esordio vincente a Trento, contro l’ATA Trentino, la squadra di tennis dell’Angiulli Bari impegnata nel massimo campionato nazionale si presenta alla città. Sabato 20 ottobre, alle ore 10,30, nella Sala Giunta del Comune di Bari ci sarà la conferenza stampa ufficiale, seguita (alle ore 12,30 nella sede di via Cotugno) da un evento appositamente preparato […]

  • Pesistica, ottima Angiulli alle qualificazioni per gli assoluti18 ottobre 2018 - 13:23

    La pesistica dell’Angiulli Bari è una certezza. Lo scorso weekend, a Turi, in provincia di Bari, nelle Qualificazioni ai Campionati Italiani Assoluti, la sezione barese ha centrato una serie di ottimi risultati, tra cui spicca la conferma di Gianluca Calò come campione regionale nella categoria 94 kg. Molto bene tutta la pattuglia angiullista, sapientemente guidata dal […]

  • Tennis, la squadra di A1 inizia la stagione da Trento12 ottobre 2018 - 12:35

    L’Angiulli Bari si prepara a scendere in campo nel campionato a squadre di serie A1 di tennis maschile. La formazione di tennis allestita dalla società polisportiva barese, in collaborazione con l’Accademia Tennis Bari, rappresenterà l’eccellenza dello sport cittadino tornando domenica 14 ottobre a Trento a giocare in A1 tre anni dopo l’ultima apparizione. “Provo grande compiacimento […]

  • Angiulli Bari, il presidente Rizzitelli chiede attenzione10 ottobre 2018 - 12:42

    “Ritengo opportuno comunicare che, a seguito di richiesta inoltrata dal sottoscritto ai Vigili del Fuoco, avente per oggetto l’adeguamento dell’Angiulli alla normativa antincendio, obbligatorio per legge, mai in precedenza predisposto ma assolutamente necessario per la tutela, l’incolumità dei frequentatori del complesso sportivo e la regolarità amministrativa, sono stato convocato presso gli uffici competenti ove mi è stato […]

  • Judo, l’Angiulli vince un bronzo di serie A8 ottobre 2018 - 12:07

    L’Angiulli Bari ha conquistato la medaglia di bronzo nel Campionato italiano di Judo a squadre di serie A2, regalando coì a tutto il movimento pugliese un fine settimana di grande gioia. Il successo ottenuto dalla Società Ginnastica Angiulli, sempre guidata dal Maestro Nicola De Bartolo, vale ancora di più, considerato che è arrivato grazie a […]

Scarica la App

Archivio News

Log In

RegistrationMagic Login

Vuoi rimanere aggiornato su tutte le nostre attività? Iscriviti alla nostra Newsletter!

2017© Copyright - Tutti i diritti riservati. Tutti I marchi presenti sul portale sono dei legittimi proprietari.
סיאליס
535008650
expert option mt4, how expert option app works