News dall'Angiulli

La Pesistica olimpica dell’Angiulli celebrata a livello nazionale

28.01.2021

Il maestro Vincenzo Smurro diventa protagonista della rubrica della Federpesistica nazionale, “Voci della Fipe”.
Si tratta dell’ennesimo riconoscimento nei confronti di una scuola di pesistica olimpica, oggi nelle sapienti mani del figlio Costantino Smurro, che tanto ha creato e ancora tanto ha da dare allo sport pugliese e nazionale.
“Io ho 83 anni di cui 65 passati in compagnia dei pesi, tutti all’Angiulli di Bari! È un onore per me far parte di questa società che quest’anno compie 115 anni di vita, perché ovviamente io sono ancora iscritto!“. Questo l’inizio della lunga intervista al mai domo maestro Smurro.
“Nel corso della mia carriera ho avuto tante onorificenze, ma una ce l’ho particolarmente nel cuore. Nel 1976 sono stato convocato dall’allora Prefetto di Bari per l’invito ufficiale da parte del Presidente Aldo Moro a ricevere la Medaglia d’oro al merito sportivo. Mi sono commosso così tanto da agitarmi! Ma ben presto l’agitazione si tramutò in gioia, per me e per tutta la famiglia, che io ho sempre coinvolto nella mia vita di pesista e allenatore”.
“Ricordo in particolare un episodio, risale al 1983, durante i Campionati Italiani Assoluti di Udine. Portavo in gara un mio atleta, Maurizio Lo Buono, che riuscii a far vincere con uno stratagemma degno di un giocatore di poker. L’allora Presidente, Matteo Pellicone, mi fece i suoi complimenti personali definendomi ‘un grande Generale!”.
Sono solo alcuni stralci delle parole del grande Vincenzo Smurro, tratti dalla rubrica federale dedicata ad un uomo che creato grandi campioni nella storica società sportiva barese dell’Angiulli.